Viaggio a Turku

Turku

Un viaggio a Turku (Abo) ci porta a scoprire la splendida città finlandese affacciata sul Golfo di Botnia intorno alla foce del fiume Aura e circondata da isole, è la porta della Finlandia, dato che il suo porto è il più importante per chi arriva dalla Svezia. Il ruolo principale della città è di tipo culturale, centro di ricerca scientifica e universitaria. Le due università di lingua norvegese e svedese, sommate alla presenza di un’importante scuola di studi economici, rendono la città giovane e ricca di luoghi di ritrovo e locali.

Turku( in slavo significa “mercato”) è la più antica città della Finlandia e fu la capitale fino al 1812. Una chiesa del XII secolo trasportata nel 1229 nel sito in cui si trova attualmente consente di fare risalire le origini della città all’inizio del XIII secolo. La città divenne sede vescovile nel 1290 e dopo essere diventata il centro più vivace e ricco della Finlandia, ottenne il riconoscimento dello status di città per iniziativa di Gustav Vasa nel 1525, mentre il finlandese Mikael Agricola, padre del Protestantesimo, sosteneva la riforma di Lutero. Nel 1556 divenne capitale del Granducato di Finlandia. Nel corso del XVIII secolo la città fu più volte danneggiata da incendi in seguito all’ultimo grave incendio (1827) perse per un secolo la sede dell’università di lingua finlandese, fino alla ricostruzione realizzata su progetto di Engel.

SPECIALI

Alla foce del fiume aura si trova il castello della Città, Turum Linna o Abo Slott. Questa è una delle principali attrazioni turistiche della Finlandia. La parte più antica è stata edificata sul finire del duecento, mentre quella più recente risale al cinquecento. Il castello, fondato nel 1280, all’epoca dei conflitti per la successione al trono di Svezia (1365), divenne una fortezza inespugnabile. Gli interventi del cinquecento furono realizzati per iniziativa di Gustav Vassa, che volle destinare il castello al figlio. Nella seconda metà del XVI secolo l’edificio divenne una corte ricca e sofisticata, e in seguito venne adibito anche a prigione. Oggi il castello ospita il Museo Storico, con esposizione di mobili antichi, oggetti d’antiquariato, armature e altri oggetti che rappresentano storie sviluppatesi nell’arco di quattrocento anni.

DA NON PERDERE

Seguendo il corso del fiume, lungo la riva sinistra,in direzione del mare, in corrispondenza del ponte Martinsilda (nel centro della città), si trova attraccata la fregata Suomen Joutsen, varata nel 1902, per tanto tempo nave-scuola della Marina finlandese e oggi visitabile. Sulla riva destra invece non bisogna mancare l’antica piazza del mercato, stretta tra antichi edifici, il vecchio municipio (1734), il Comando della Polizia criminale e l’ex liceo svedese, risalenti al 1830.

COSA PORTARE

Anche se le estati possono essere molto calde (35,9° C è la temperatura massima), le giornate fresche possono sempre capitare. La valigia estiva può dunque comprendere magliette e camicie, ma non può trascurare indumenti pesanti e una giacca impermeabile. Occorre portare un cambio di indumenti in lana, scarpe pesanti, stivali contro la pioggia, guanti caldi e impermeabili, cappelli passamontagna e, se possibile, indumenti intimi che garantiscano contro le basse temperature notturne, quali per esempio maglie e calzamaglie in seta o lana. Nei Night club sono generalmente vietati i jeans.

DOVE DORMIRE

L’offerta di sistemazione per i turisti è veramente variegata; oltre ai classici alberghi e ostelli si può pernottare in case, agriturismi, cottage e negli splendidi campeggi attrezzati.
Per chi non bada a spese proponiamo l’Arcta Hotel Julia, in Eerikinkatu , grande albergo attrezzato per offrire ogni genere di servizio, a pochi metri di distanza dal fiume nella parte sud occidentale del centro. Il Good Morning Hotel Turku, in Yliopistonkatu, appartiene al gruppo degli alberghi consigliabili per rapporto qualità prezzo e in più offre il vantaggio dell’ubicazione lungo la via che taglia il centro in direzione est-ovest. Al Nukkumatti, in Satakunnantie, le stanze non sono lussuose ma comunque confortevoli e attrezzate di telefono, televisore e bagno privato. Per chi ha un budget tirato consigliamo l’Astro Hotel, è un piccolo albergo senza pretese, a poca distanza dalla stazione ferroviaria.

DOVE MANGIARE

In tutta la città si trovano numerosi caffè e ristoranti affollati di residenti e studenti. E’ praticamente impossibile non trovare un locale di proprio gradimento. Chi vuole spendere poco deve prendere in considerazione, innanzitutto le pizzerie italiane, se ne trovano due lungo la Linnenkatu, la Pizzeria Italiana e la Pizzeria Dennis. Chi, invece, si vuole concedere una buona cena spendendo non più di 150 Fim, mangiando piatti tradizionali, può andare da Herman, in Lantinen Rantakatu, il posto è ideale: il ristorante ha vista sul fiume ed è collocato all’interno di un vecchio edificio dell’ottocento, un tempo adibito a grande magazzino. I ristoranti chiudono a mezzanotte, perciò bisogna evitare di chiedere il servizio dopo le 22.

CUCINA

La ricca tradizione culinaria locale è basata sui piatti di pesce e di selvaggina (alce e renna), sulle zuppe e sui dessert. Le tavole finlandesi sono ricche di portate e di cibo, nei giorni di festa il pranzo inizia con una serie di piatti freddi a base di carne (renna affumicata), pesce ( polpettine di pesce) e insalata, ed è seguito da piatti caldi (zuppe e cibi al forno), e poi formaggio, dessert e caffè (molto più lungo di quello italiano). Nei giorni feriali, al mattino i finlandesi fanno un’abbondante prima colazione, seguita da un pranzo modesto, la merenda è a base di dolci intorno a metà pomeriggio e si cena a partire dalle 17.
La frutta e la verdura sono in buona parte d’importazione ma nei mesi più caldi si possono mangiare piselli e patate locali. Squisiti i funghi, di cui si trova una certa varietà, i più cucinati sono: i porcini, i gallinacci (finferli) e i korvasieni, che accompagnano i piatti di carne. I frutti di bosco locali, mirtilli, ribes lamponi, fragole e mora artica si trovano anche in squisite marmellate e crostate.

SPOSTARSI

Turku è attrezzata di aeroporto, che si trova a circa 7 km dal centro. La stazione ferroviaria e quella dei pullman sono a breve distanza l’una dall’altra a nord del centro, vicino al fiume, e sono quindi facilmente raggiungibili a piedi dalle mete turistiche. Il centro cittadino si gira a piedi.

DI NOTTE

La città è sede di due università e della scuola di studi economici, questo fa si cha la presenza degli studenti sia avvertibile immediatamente. La popolazione è più giovane che altrove e si notano tanti locali e punti di ritrovo. Uno dei punti di ritrovo più noti della città per un drink è il Samppalinna, affacciato sul fiume lungo alla Itainen Rantakatu. In alternativa, se piace mischiarsi alla folla degli studenti che lo frequentano, si può andare la bar Olavinkrouvi, in Hameenkatu al 30, oppure al Pub Peltimies, all’interno dell’Hotel Rantasipi.

MUSEI E MONUMENTI

La riva sinistra è l a parte più affascinante della città, con l’antica Accademia, la Cattedrale e il museo dedicato al musicista Sibelius. La Cattedrale è un gigantesco edificio in stile Romanico-gotico costruito sul finire del trecento. L’interesse per la Cattedrale è dovuto alla presenza di tombe di personaggi storici della Finlandia. Nei pressi della Cattedrale si trovano diversi edifici dell’ottocento, tra i quali il palazzo dell’Abo Akademi ( l’università svedese), edificato nel 1833 dal torinese Carlo Bassi.
Il Museo dedicato a Sibelius è all’interno di un palazzo moderno lungo la Piispankatu e contiene numerosi strumenti musicali e ricordi legati all’attività del musicista.

DOVE COMPERARE

I componenti d’arredamento e alcuni articoli d’abbigliamento sono tra i migliori acquisti che si possono fare. Ceramiche, oggetti in vetro e legno, tappeti, maglioni e cappelli sono facilmente acquistabili nei negozi che rappresentano i marchi più prestigiosi del design e della tradizione finnica: Arabia per le ceramiche, Iittala, Nuutajarvi e Riihimaki per il vetro, Marimekko per i prodotti tessili.
Si possono fare acquisti molto belli e decisamente economici nel mercato al coperto, particolarmente indicato per l’acquisto di prodotti alimentari e per i prodotti tipici finlandesi: cioccolatini, more artiche, liquori a base di bacche, vodka.

ITINERARI

Turku è cinta da isolette che fin dall’epoca vichinga furono oggetto d’interesse per commerciati e viaggiatori. Le isole sono diventate meta turistica negli anni sessanta e per evitare il degrado ambientale dovuto allo sfruttamento turistico sono diventate Parco Nazionale soggetto a una severa legislazione. Le isole sono collegate tra loro e a Turku dalla statale 180 un formidabile percorso panoramico. Le isole si possono raggiungere anche via mare a bordo di battelli

Leave a Reply

Powered by WordPress