Informazioni per un soggiorno a Cipro

isola-di-Cipro

Un soggiorno a Cipro è consigliato soprattutto a chi desidera una vacanza di mare, condita dal fascino della storia e del mediterraneo. La superficie terrestre dell’isola di Cipro è di 9.251 kmq, e la sua popolazione è di circa 700.000 abitanti, di cui tre quarti è di lingua greca, e il restante di lingua turca (con delle minoranze di lingua armena e maroniti). La capitale cipriota è Nicosia, nota anche con i nomi di Leukosia e Lefkosa. La parte di popolazione greco-cipriota appartiene alla comunità dei Cristiani della Chiesa autonoma cipriota, mentre il restante degli abitanti è di religione musulmana o cattolica (a Cipro vi è infatti l’Arcivescovado dei Maroniti).

Cipro è una nazione che può vantarsi di una civilizzazione di più millenni. La sua eredità culturale è così importante, che i siti antichi di Pafos, come anche nove chiese bizantine di Troodos, sono inclusi nella lista ufficiale dell’Eredità Mondiale dei Tesori Culturali e Naturali dell’UNESCO. Cipro è la terza isola più grande del Mediterraneo. Punto d’incontro di tre continenti, l’Asia, l’Europa, e l’Africa, l’isola ha avuto una storia molto movimentata. I Micenei vi impiantarono la loro civiltà più di tremila anni fa.

Intorno al mille a.C., arrivarono dalla costa turca i Fenici, sostituiti poi dopo trecento anni dagli Assiri, che vi rimasero solo per quarant’anni, fin quando venne integrata nel regno persiano. Nel 333 a.C., Alessandro Magno mette fine alla dominazione persiana, consegnando l’isola agli splendori dell’Età Ellenistica.

Si susseguono poi i Romani, i Bizantini e gli Islamici, finché, nel 1191, Riccardo Cuor di Leone, marciando verso Gerusalemme in occasione della Terza Crociata, consegna l’isola al suo vassallo Guy de Lusignan, capostipite dei Lusignano, la dinastia che vi regnerà fino alla seconda metà del ‘400, quando la vedova dell’ultimo re, Caterina Cornaro, aprirà le porte alla dominazione veneziana. Venezia poi cederà il passo, nel 1570, alla dominazione ottomana, che rimarrà salda per tre secoli, fino a quando Cipro passò sotto la sovranità britannica per quasi cent’anni. Questo profumo di storia, a Cipro, si sente ovunque: nei teatri antichi, tra i mosaici, nelle basiliche cristiane, o di fronte alle pitture bizantine.

La storia contemporanea di Cipro è stata anch’essa alquanto travagliata. Indipendente dal 1959 (in base al trattato anglo-greco-turco del 19/2/59, che ha posto fine alla sovranità inglese), Cipro è Repubblica nell’ambito del Commonwealth in base al Cyprus Act del ’60, che prevedeva una collaborazione fra le due comunità dell’isola, affiancando ad un Presidente greco-cipriota un Vice Presidente turco-cipriota, e sancendo una composizione mista del Consiglio dei Ministri e della Camera dei rappresentanti. Dal 1963, il Vice Presidente, i ministri, e i deputati turco-ciprioti si rifiutano di partecipare al governo e, nel 1964, l’ONU interviene inviando un proprio contingente. I gravi contrasti che dividono le due comunità sfociano nel 17/7/1974, con il colpo di stato ad opera dei sostenitori dell’unione alla Grecia. Ne conseguì l’intervento della Turchia, le cui forze sbarcano tre giorni dopo, occupando la parte settentrionale dell’isola proclamando dapprima, nel ’79, lo Stato federato turco-cipriota, e poi, nel ’83, la Repubblica turca di Cipro del Nord.

You can leave a response, or trackback from your own site.

One Response to “Informazioni per un soggiorno a Cipro”

  1. Mario scrive:

    Ottime offerte in questo periodo verso Cipro. La crisi economica lì è dura e quindi scendono i prezzi.

Leave a Reply

Powered by WordPress