Viaggio in Inghilterra? Ecco dove andare!

Royal-Pavilion

Pianificare e progettare la propria vacanza è sicuramente la cosa più entusiasmante che
precede l’inizio di un viaggio. A differenza della noia e dello stress che tutti abbiamo vissuto almeno una volta nella vita quando abbiamo dovuto affrontare la questione “cosa metto in valigia” (cui si sussegue inevitabilmente la domanda quasi esistenziale “e adesso come chiudo questo affare?”), la scelta dei luoghi e delle attrazioni da visitare rende la programmazione di un viaggio un’esperienza davvero piacevole.

Andare alla ricerca di ciò che non si può assolutamente perdere quando si lascia la propria casa per affrontare una vacanza o un viaggio studio come quelli proposti sul sito www.esl.it permette infatti di avere bene in mente cosa visitare in quel posto specifico senza ritrovarsi successivamente a dover scegliere cosa fare quando si è già approdati alla meta prescelta.

Sapere in anticipo cosa fare un determinato giorno permette infatti di vivere il viaggio senza sorprese e senza intoppi, specie quando si visitano luoghi ricchi di attrazioni e punti di interesse come ad esempio l’Inghilterra.

Chi ha già avuto modo di visitare questo fantastico Paese lo sa bene: l’Inghilterra è infatti la nazione più popolata del Regno Unito ed è proprio tale densità a renderla un “labirinto” di attrazioni da cui è impossibile uscire se non si possiede una mappa dettagliata. Qui, a quasi ogni angolo della nazione è possibile imbattersi in residenze, castelli in rovina, giardini, pub e chiese ed è facile far passare il tempo che si ha a disposizione ammirando paesaggi, edifici, monumenti, dettagli e particolari.

Le nove distinte regioni che costituiscono l’Inghilterra sono tutte diverse e ricche di un’infinità di luoghi da scoprire: in cima alla classifica dei posti da non perdere non si può non citare Londra, la metropoli che non dorme mai, brulicante di cultura e razze diverse. Londra però, a dispetto dei suoi numeri giganteschi e della sua grandezza, è talmente tanto organizzata bene con i trasporti che è possibile vistarla in soli due giorni.

Nell’arco di quarantotto ore è infatti possibile visitare le sue attrazioni principali: la London Eye, il Big Ben, il Tower Bridge, il British Museum, la National Gallery, la Westminster Abbey, Buckingham Palace, Trafalgar Square e tutte le zone limitrofe alla città, come ad esempio il Castello di Windsor (che si trova non lontano dalla capitale), il Warwick Castle (situato nella cittadina di Stratford-upon-Avon) oppure Oxford (dove hanno sede le università più prestigiose del mondo).

Nelle nove regioni che fanno parte dell’Inghilterra, nell’East Midlands è possibile visitare il Peak District, il primo e più famoso parco nazionale d’Inghilterra dove si trova la celebre foresta di Sherwood, nota a tutti grazie al racconto di Robin Hood.

Nell’East of England, invece, potrete lasciarvi rapire dai paesaggi rurali mozzafiato, mentre nell’England’s Northwest e nel North East England potrete scoprire altre due meravigliose città: York e Manchester, oltre ai laghi, alle montagne e agli antichi castelli medievali.

La splendida città di Birmingham, invece, il cuore dell’Inghilterra, è situata, non a caso,
nell’Heart of England, mentre per visitare Brighton e trascorrere ore di relax in parchi e giardini immensi dovete spostarvi nel South East England.

A chi è amante delle spiagge sabbiose e non vuole rinunciare ad una capatina a Bristol
consigliamo di recarsi assolutamente nel South West England, mentre se invece si preferisce la quiete dei piccoli villaggi allora non si può non andare nella regione dello Yorkshire.

Insomma, ciascuna delle regioni che costituiscono l’Inghilterra presentano una propria
peculiarità: progettate a tavolino il vostro itinerario prima di partire e cercate di visitare quanti più posti possibili!

You can leave a response, or trackback from your own site.

Leave a Reply

Powered by WordPress