Un piacevole Week End alla scoperta dei musei di Amsterdam

il-rijksmuseum-di-amsterdam

La tradizionale apertura mentale olandese e la presenza ad Amsterdam di persone provenienti da culture e paesi differenti (in città vivono cittadini di circa 150 diverse nazionalità) hanno reso la capitale dei Paesi Bassi famosa per i suoi locali e la sua vita notturna e, soprattutto, ne hanno fatto la sede di migliaia di manifestazioni dedicate a tutte le arti e di decine di musei ed esposizioni, in grado di soddisfare i gusti più diversi.

Un week end ad Amsterdam è sufficiente per andare alla scoperta dei prestigiosi musei della città. A sud-ovest del centro, su un’area organizzata nell’Ottocento che comprende anche il piacevole Vondelpark, sorge uno dei poli museali più importanti del mondo.

Il Rijksmuseum, il museo nazionale di fondazione settecentesca, ha sede in un palazzo neorinascimentale con inserti gotici. Tra i capolavori che vi si possono ammirare spiccano decine di dipinti di Rembrandt – tra cui il famosissimo La ronda di notte del 1642 – e alcune tele di Jan Vermeer e di Frans Hals; di grande interesse sono anche le sezioni di scultura e arte applicata e quella di storia olandese, oltre al Gabinetto delle stampe che raccoglie circa un milione di stampe, acquerelli e opere su carta esposti periodicamente in mostre tematiche.

In un moderno edificio non lontano dal Rijksmuseum, si trova il Rijksmuseum Vincent Van Gogh, che racchiude centinaia di tele e disegni del grande pittore e altre opere e documenti a lui correlati. Oltre a vari autoritratti del maestro, si possono ammirare opere come I girasoli, La sedia di Vincent, Stanza col letto giallo, Il mietitore e Campo di grano con corvi, la sua ultima opera. Allestito con criteri moderni ed efficienti il museo è tra i più visitati al mondo.

Adiacente al Museo Van Gogh è lo Stedelijk Museum, il museo municipale, situato in un edificio neorinascimentale e dedicato all’arte contemporanea. Il suo smisurato patrimonio artistico comprende opere, nazionali e non, dalla metà dell’Ottocento ai giorni nostri. Fra gli artisti maggiormente rappresentati si segnalano Kazimir Malevic – di cui il museo possiede oltre cinquanta opere – e, soprattutto, Piet Mondrian, padre dell’astrattismo, del quale si possono ammirare Alberi. Composizione ovale, Tavola III. Composizione ovale, Composizione con rosso, nero, blu, giallo e grigio e Composizione con due linee.

You can leave a response, or trackback from your own site.

Leave a Reply

Powered by WordPress